Downtown 81: il documentario su Jean Michel Basquiat al cinema

Basquiat, tragico eroe postmoderno che riunisce nella sua persona, o meglio nel suo personaggio, tutte le contraddizioni della società edonistica degli anni Ottanta, di una New York allo sbando e di un mondo dell’arte totalmente schizofrenico.

Di Basquiat si rimpiange ciò che avrebbe potuto fare se non fosse prematuramente morto e ci si attacca alle sue opere come ad icone sacre, con reverenza e nostalgia, cercando in esse l’eco di un mondo che non c’è più. Perchè New York in quegli anni era davvero il centro del mondo con tutte le tendenze underground – dal rap ai graffiti dalla new wave alla videoarte – che andavano sviluppandosi in contemporanea nutrendosi l’una dell’altra e i protagonisti della scena si affannavano frenetici per uscire dalla miseria e conservare quei piccoli momenti di celebrità che di tanto in tanto riuscivano a ritagliarsi. Erano gli anni della Factory di Andy Warhol, del Chelsea Hotel, degli scandali di Robert Mapplethorpe ed erano gli anni dei Graffiti.ob_20f9a8_basquiat-graffiti-ny-1978

Proprio dal mondo dei Graffiti Basquiat assorbe la sua carica creativa. Inizia a 17 anni, insieme all’amico Al Diaz, a ricoprire i muri di New York con frasi e puppet firmati SAMO. Poi l’amico muore e lui abbandona la tag ritrovandosi ad essere solo se stesso. Inizia a dipingere cartoline e a tentare di venderle. Incontra Andy Warhol e il resto è storia.

Downtown 81 racconta una giornata tipo del giovane Basquiat emarginato e allucinato mentre si aggira fra Downtown e Harlem in cerca di un posto dove dormire, sottobraccio porta uno dei suoi quadri che in quel momento valeva solo un biglietto da venti.

Nel documentario realizzato da Glenn O’Brien, membro della Factory e editor di Interview, tutti i personaggi interpretano se stessi secondo il modello Warhol, l’effetto della loro recitazione amatoriale è straniante, esacerbato dal doppiaggio spesso fuori synch, il sonoro dei dialoghi infatti andò interamente perduto e fu ricostruito solo a posteriori.

Il documentario restò fermo per anni per mancanza di fondi e fu recuperato solo nel 2000, anno in cui partecipò fuori concorso al Festival di Cannes suscitando grandi entusiasmi.

Wanted Cinema e Grafite HB inaugurano con “Downtown 81” una serata cinematografica all’insegna della Street Art che si terrà Sabato 24 Settembre a partire dalle ore 18.00 presso lo Spazio Wanted di via Tertulliano 68.

Di seguito i dettagli.

Sabato 24 Settembre
ore 18.00 Downtown 81
ore 20.00 Banksy does New York
Spazio Wanted, via Tertulliano 68, Milano

www.wantedcinema.eu
www.grafitehb.it

Vai all’evento

Annunci